lunedì 10 febbraio 2014

Segnalazione: Rya la figlia di Temarin di Barbara Bolzan

Buon pomeriggio a tutti :) oggi vi segnalo questo interessantissimo romanzo appena uscito.La scrittrice Barbara Bolzan, già nota vincitrice di diversi concorsi letterari ci regala una nuova e gradevole opera dal titolo
   Rya - La figlia di Temarin.
 
 
 

                                        
 
 
Titolo: Rya – la figlia di Temarin
 
Autore: Barbara Bolzan
 
Editore: Butterfly Edizioni
 
Prezzo: 15,00 €
 
Data di pubblicazione: febbraio 2014
 
 
Sinossi:
 
Foresta di Mejixana. Una ragazza, ferita e sporca di sangue, è accasciata sull’argine del fiume. Nemi, il capo dei ribelli di Mejixana, la prende tra le sue braccia e la porta con sé al villaggio. Ancora non sa che la ragazza che ha salvato è Rya, sorella minore della regina di Temarin e moglie del sovrano di Idrethia. Sarà lei stessa a svelare la sua identità a Nemi e a proporgli un accordo che le permetta di ricongiungersi col marito. I due si mettono in viaggio ma il pericolo e l’ombra di Niken, vecchia conoscenza di Nemi e criminale ricercato, incombono su di loro e giungeranno a intralciare il loro cammino.
Tra tradimenti e ambigui rapporti fraterni, Barbara Bolzan regala al lettore una storia avvincente, impreziosita da magistrali scene descrittive della natura e del paesaggio. Rya – La figlia di Temarin è il primo capitolo di una serie tutta da scoprire nonché il racconto di formazione di un’eroina fuori dal comune.
 
Biografia:
 
Barbara Bolzan nasce nel 1980 in provincia di Milano. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali e internazionali, nel 2004 pubblica il suo libro d’esordio, Sulle Scale, con la prefazione di Ezio Raimondi, Accademico dei Lincei e direttore editoriale de Il Mulino. Nel 2006, esce il romanzo Il sasso nello stagno, testo nel quale la narrativa si fonde con la saggistica filologica. Del 2011 è il thriller Requiem in re minore, premiato con L’Alabarda d’oro-città di Trieste e presentato a Casa Sanremo Writers, nel corso della serata conclusiva del Festival. Ha tenuto corsi di scrittura creativa nei licei e collaborato con riviste mediche e letterarie.
La figlia di Temarin è il primo volume della saga di Rya, frutto della sua passione per la storia e per la manipolazione della realtà.